Radio Taxi

Sono arrabbiata, talmente arrabbiata che non sapevo dove mettere questo articolo.

Io non so come funionino i taxi nelle altre città italiane, ma sicuramente in molte città straniere funzionano 10000 volte meglio che a Roma.

Roma è in mano alla lobby dei tassisti, tassinari in romano, che fanno il bello e il cattivo tempo sulle tariffe, sulle licenze (ricordate il marasma creato con la giunta Veltroni perchè voleva aumentare le licenze?), sulle strade da fare...

Riassumo sperando di essere poco ottenebrata dalla rabbia.

Il giorno 1.1.2009 alle ore 19 chiamo una cooperativa di radiotaxi per prenotare un taxi per il giorno dopo. Specifico che i taxi si possono prenotare solo se diretti all'aeroporto o alla stazione ferroviaria.

Dunque chiedo una vettura multipla per ospitare 6 persone o, in alternativa, due taxi, per andare alla stazione principale di Roma, chiedendo la vettura per le ore 12 del giorno 2 gennaio.

Alle ore 12 del giorno 2 non solo non ricevo nessuna telefonata di conferma, ma non vedo arrivare nessuna vettura.

Dopo una decina di telefonate alla cooperativa il direttore, o presunto tale, mi dice che hanno poche vetture perchè è un giorno festivo... il 2 gennaio è un giorno festivo?... e che prima o poi arriverà.

Faccio presente, non troppo cortesemente, che ho un treno che non tiene conto dei giorni festivi dei taxi per partire e il suddetto direttore mi dice, con voce scocciata, che se non ha vetture non è colpa sua e che non può venirmi a prendere con la sua auto personale.

Ora io mi domando... ma a che serve prenotare se poi al momento in cui dovrei avere un'auto a disposizione loro devono cercarla? Tanto vale che me la cerchi da sola...

L'auto dopo l'ennesima telefonata arriva con 25 minuti di orologio di ritardo, con 13,20 euro già sul tassametro e perdo il treno....

Non mi risparmierò a denunce al comune, alle associazioni dei consumatori, a chi potrò.

E vorrò anche un risarcimento, se non altro, del biglietto del treno e di quanto ho pagato per una corsa inutile e ritardataria.

LASCIA UN COMMENTO