Non mi piacciono i blog

Non riesco a leggerli, non riesco a farli.,

Soffro di claustrofobia e quando entro in un blog si accentua, non so da che parte iniziare a leggere, che cosa guardare, l'archivio è immenso... e allora passo oltre e guardo e leggo siti più facili da navigare, di più immediata comprensione, che all'apertura della home spiegano già che cosa vedrai all'interno e mi attraggono o mi allontanano, dipende dai contenuti.

Però, una mattina ho deciso che qualche cosa ho da dire anche io, non a pochi intimi amici, ma a chi avrà la sfortuna di passare di qui.

E allora ho iniziato la costruzione di queste pagine; non so bene cosa uscirà fuori, sicuramente una strana cosa.
Io che normalmente uso in abbondanza il nero e il bianco e qualche sfumatura tra i due colori (come avrete occasione di vedere se, spulciando questo sito, troverete dei riferimenti ad altri miei siti), sono riuscita a tirar fuori, graficamente parlando, il peggio di me: delle pagine che sembrano, a prima vista, un gelato alla fragola e pistacchio...

Sperando di non annoiarvi troppo, con la consapevolezza che potrete in ogni caso mandarmi un messaggio per zittirmi, vi auguro una buona navigazione e vi esorto ad instaurare un "rapporto epistolare" con me tramite il sistema di messaggistica inserito in ogni articolo.

Granita.
 


Ma questo era prima. Ora è online la nuova versione, qualche sezione nuova, colori diversi, ma sempre con la stessa filosofia.

Osservandolo bene, dopo averlo sistemato, sembra un template di carnevale... vabbè poi lo cambio eh?!